Come costruire una piscina interrata o fuori terra

Costruire una piscina può essere un’ottima decisione nella tua vita dato che ti porterà benessere, bei momenti, tranquillità e divertimento. E se hai figli gli farai un regalo bellissimo. Se hai un giardino di cui vuoi approfittare e uno spazio adatto per costruire una piscina sarai già a buon punto.

La realizzazione di una piscina non è un’opera eccessivamente complessa ma è necessario tenere a mente una serie di domande prima di scegliere i materiali della piscina e di richiedere un preventivo.

Prima di tutto dovrai decidere il tipo di piscina che desideri. Esistono diverse varietà di piscine da costruire e dovresti conoscere i pro e i contro della costruzione di una piscina di ogni modalità in modo da poter sapere qual è l’opzione migliore per te.

Potrai scegliere di installare una piscina rialzata oppure optare per la costruzione di una piscina interrata che richiederà più tempo, denaro e lavoro ma che ti darà grandissime soddisfazioni.

Costruire una piscina interrata: tutto ciò che c’è da sapere

La scelta del costruttore sarà uno dei momenti chiave. Per evitare guai futuri dovrai affidarti ad un’azienda professionale e specializzata nella costruzione di piscine dato che potresti imbatterti in aziende che fanno un po’ di tutto e che non sono specializzate nella costruzione di piscine.

Si consiglia vivamente che l’azienda scelta si trovi nella stessa zona in cui vivi. Chiedi inoltre ai tuoi vicini o a coloro che hanno già una piscina, fatti consigliare e non decidere solo in base al prezzo. L’azienda dovrà darti, inoltre, una garanzia minima di 10 anni per questo tipo di piscina.

Bisogna tenere conto che il movimento terra, cioè lo scavo dove verrà installata la piscina, spesso non è compreso nei servizi di costruzione di una piscina. Se troverai un’azienda che farà anche questo, tanto di guadagnato.

Ho bisogno di un permesso per la costruzione?

Non è una procedura complicata, dovrai semplicemente presentare un progetto tecnico all’ufficio tecnico del tuo Comune per ricevere una licenza edilizia comunale per costruire una piscina interrata. Ciò che questa licenza tiene in considerazione è che il terreno sia edificabile, le distanze esistenti con il terreno del vicino o rispetto alla strada oppure i collegamenti degli scarichi con la rete comunale. In generale, questi permessi possono essere richiesti dalla società a cui stai commissionando i lavori per costruire la tua piscina o sono richiesti da un tecnico di Vs fiducia.

Quando iniziare i lavori?

Se desideri che la piscina sia in funzione entro la fine della primavera o l’inizio dell’estate, ti consigliamo di iniziare i lavori nei mesi invernali. Non ridurti all’ultimo minuto, d’estate le aziende sono sature di lavoro e i prezzi sono solitamente più alti.

Misure della piscina

Ovviamente dipende dallo spazio che hai a disposizione. Oggi puoi costruire la piscina che desideri ma solitamente le piscine private vanno da 5 x 3 metri a 10 x 5 metri.

Per quanto riguarda la profondità, attualmente è normalmente compresa tra 1,00 e 1,70 metri, al massimo. La profondità di solito non è regolare ma può presentare un fondo con irregolarità che possono raggiungere la massima profondità ad una delle sue estremità. Bisogna tenere presente che una profondità eccessiva comporta un maggior costo in acqua, elettricità e prodotti chimici.

Che tipo di rivestimento utilizzare?

Il rivestimento è importante dal punto di vista estetico poiché il colore del rivestimento dipende dal tono dell’acqua. I colori più chiari sono generalmente più vivi ma più difficili da pulire. Se ti occuperai di pulire manualmente la piscina, ti consigliamo di optare per un rivestimento scuro come blu navy o verde scuro.

Tieni presente che un rivestimento scuro tende ad invecchiare più facilmente poiché il sole, il cloro e il vento li deterioreranno più velocemente. Se invece hai un pulitore elettrico per piscina ti consigliamo tonalità più chiare come sabbia, bianco, turchese e simili. Questi colori hanno dimostrato di aiutare a rilassare meglio i bagnanti e sono diventati molto di moda nelle terme e nei resort.