Battiscopa Radiante: quanto costa il riscaldamento

 

Il riscaldamento a battiscopa è un sistema radiante, proprio come il riscaldamento a pavimento o a parete. Pur essendo diffuso da molti anni in altre realtà, in Italia è una novità relativamente recente, che si sta diffondendo sempre più.

 

Come funziona il riscaldamento a battiscopa

 

Il riscaldamento a battiscopa è costituito da tubature, generalmente in rame, che vengono posizionate nel battiscopa dei muri perimetrali della casa (quelli rivolti verso l’esterno); le tubature sono due, in una passa acqua calda, nella seconda l’acqua fredda di ritorno.

Questo tipo di riscaldamento può venire collegato ad una caldaia tradizionale o anche ai pannelli fotovoltaici o anche ad un sistema di pannelli per il riscaldamento solare termico.

Infatti nelle tubature è presente una quantità relativamente bassa di acqua, che quindi può venire comodamente riscaldata con qualsiasi metodo di produzione di calore.

L’acqua nei tubi non necessariamente deve essere caldissima, in genere bastano 40-55°C: il calore non viene immesso nell’aria della stanza, ma nella parete; quindi l’elemento radiante della stanza divengono le pareti, fino a circa due metri di altezza.

Sopra i tubi, nel battiscopa radiante, è presente una feritoia, da cui il calore viene immesso nell’ambiente e nella parete sovrastante.

 

Vantaggi del battiscopa con sistema radiante

 

Il primo vantaggio innegabile del battiscopa radiante sta nel fatto che nella stanza non ci sono radiatori o altri elementi che influenzano la disposizione del mobilio o che intralciano.

Un altro vantaggio sta nel basso consumo energetico e nella bassa inerzia termica del sistema: per riscaldare una stanza occorrono pochi attimi e non è necessario riscaldare l’acqua ad alte temperature, come invece avviene in caldaie di vecchia progettazione.

L’installazione è semplice e non richiede grandi opere di muratura, per cui è perfetto anche nel caso in cui sia necessario cambiare il sistema di riscaldamento, senza però dover affrontare grandi ristrutturazioni.

La presenza dei tubi riscaldanti nel battiscopa permette anche di porre rimedio a vari problematiche legate alla risalita di umidità dal terreno o alla presenza di muffe.

Riscaldamento a Battiscopa Costi

 

Svantaggi del battiscopa con sistema radiante

 

Gli impianti di vecchia concezione fuoriuscivano molto dalla parete; oggi invece si possono parzialmente incassare nel muro, in modo da rendere l’impianto a filo con la parete. In ogni caso è opportuno evitare di addossare grandi mobili alle pareti di casa esterne.

Nel caso di stanze molto grandi può capitare di dover inserire altri elementi riscaldanti, perché il solo riscaldamento a battiscopa può non produrre sufficiente calore per l’intera cubatura della stanza.

Lo stesso problema può avvenire per stanze che si trovano completamente all’interno dell’abitazione, prive di pareti esterne.

 

Costi del riscaldamento a battiscopa

 

Il riscaldamento a battiscopa è relativamente economico, soprattutto per il fatto che per l’installazione non sono necessarie grandi opere di demolizione o di costruzione.

Il costo maggiore è dovuto all’impianto di per se stesso, quindi per il battiscopa munito di tubi in rame e di alette per l’espulsione dell’aria calda verso l’esterno: stiamo parlando di più o meno un centinaio di euro per metro lineare.

Cui è necessario aggiungere la manodopera per l’installazione ed eventualmente il costo di una nuova caldaia; anche se in effetti questo metodo di riscaldamento può venire collegato alla caldaia già esistente.