Impermeabilizzare i terrazzi, ecco come evitare le infiltrazioni

A chi non fa piacere trascorrere qualche ora durante le belle giornate sul terrazzo, magari a prendere fresco o a fare una cena con gli amici come nei più bei film di Ozpetek? Però un terrazzo va curato, ci sono degli interventi di manutenzione ordinaria e altri di manutenzione straordinaria da cui non ci si può esimere se si vuole preservare la sua integrità. Ecco perché è fondamentale un buon trattamento per impermeabilizzare i terrazzi ed evitare che la muffa si formi all’interno della casa.

Impermeabilizzare i terrazzi, perché è così importante

Un terrazzo aggiunge del valore a un’abitazione, consente di fruire di piacevoli spazi all’aperto e di vivere a 360° la casa. Tuttavia, il terrazzo, così come tutte le superfici calpestabili esterne, è soggetto a svariate problematiche poiché esposte all’azione costante degli agenti atmosferici, per cui si deve necessariamente intervenire periodicamente se non si vuole spendere una cifra spropositata per riparare ai danni che, inevitabilmente, la scarsa manutenzione può causare.

Fondamentale a tale proposito è impermeabilizzare i terrazzi a regola d’arte, in modo da evitare eventuali infiltrazioni che possono causare gravi danni all’abitazione e sopratutto alla struttura portante. Le infiltrazioni, infatti, non solo incidono sull’estetica dell’abitazione, causando brutte e malsane macchie di muffa, ma possono anche cagionare la caduta dei calcinacci con gravi rischi per l’incolumità.

Rifacimento dei terrazzi, in cosa consiste

Una delle domande che ci si pone è  se l’impermeabilizzazione terrazzi costo sia sostenibile da tutti o se invece comporti un dispendio di risorse proibitivo. Ovviamente non si può dare una risposta secca, dato che buona parte dei costi la fanno i metri quadri, quindi dipende dall’ampiezza del terrazzo. In realtà però i costi si possono abbattere notevolmente se si utilizzano le nuove tecnologie.

Per esempio, fino a qualche tempo fa l’unica soluzione era quella di applicare delle guaine o dei pannelli di carta catramata impermeabilizzante. Questo significa che l’operaio doveva perdere diverse ore per la messa in posa del materiale. Non sempre però il risultato era ottimale, bastava posizionare un pannello in modo impreciso, anche di poco, per consentire all’acqua piovana di infiltrarsi causando i danni di cui si è parlato.

Oggi invece è possibile utilizzare un prodotto impermeabilizzante liquido che si applica mediante macchinari a spruzzo, poi è sufficiente stenderlo e lasciare asciugare. In questo modo non soltanto si abbattono i costi (occorre meno tempo per la messa in posa) ma si può ottenere un risultato molto più preciso.

Come si effettua l’impermeabilizzazione

Ovviamente questo è un lavoro tecnico e come tale va fatto eseguire da un professionista. Sarà sufficiente chiamare una ditta specializzata che effettuerà prima un sopralluogo e poi studierà la tipologia di intervento più idonea al caso.