Come arredare un bilocale

Avere una casa piccola come un bilocale di 50 o 60 metri quadri ha sicuramente dei vantaggi, come la praticità nelle pulizie e la velocità di riscaldamento, ma non è semplicissimo da arredare, al fine di rendere il più funzionali possibile i pochi spazi di cui disponiamo.

Arredare bilocale: trovare l’equilibrio degli spazi

La difficoltà maggiore nell’arredare uno spazio ristretto sta nel capire come sfruttarlo adeguatamente, seguendo le esigenze personali. Bisogna quindi ottimizzare tutti gli spazi che si hanno a disposizione, ad esempio con opportuni elementi salva spazio. Per trovare il giusto compromesso ci servono arredi e complementi di arredo ricercati, come ad esempio quelli offerti da arredamento Smania, con un ampio catalogo che possiamo tranquillamente visionare online.

arredare un bilocale

Mobili a scomparsa, dispense aperte o a serrandina, sono dei piccoli trucchetti che consentono di guadagnare spazio sia in cucina che in soggiorno, mentre le ante inevitabilmente rubano centimetri che per la nostra casa sarebbero fondamentali.

Seguendo lo stesso concetto anche gli elettrodomestici dovrebbero essere scelti con un certo rigore. Meglio evitare quelli troppo ingombranti e scegliere quelli più a misura.

Controlliamo le dimensioni

Teniamo sempre presente quali sono le dimensioni e le superfici che dobbiamo sfruttare, in quanto in una casa piccola anche pochi centimetri fanno la differenza tra un uso totale dello spazio e uno parziale, con angoli morti e inutilizzabili.

In camera da letto potremmo utilizzare un letto a scomparsa, ma anche un letto con le struttura a cassettone o a libreria, in modo da avere dello spazio supplementare. Per quanto riguarda l’armadio cerchiamone uno che sfrutti totalmente l’altezza della stanza, e magari che prenda tutta una parete, avendo in questo modo molto più spazio a disposizione per conservare i nostri abiti di quanto avremmo immaginato.

Avete presente il Tetris? Ecco, arredare una casa piccola deve essere un’operazione molto simile all’amato videogioco. Si chiama modularità e consiste non tanto nell’incastrare, quanto nello scegliere gli elementi che si adattano l’un l’altro, in modo da non lasciare spazi liberi e inutilizzati, ma senza creare un ammasso senza senso.

I giusti incastri

Ci dev’essere uno stile anche negli spazi ristretti, tale da donare equilibrio, linearità. Quindi anche il concetto di verticalità diventa importante, Non solo avendo un mobilio che sfrutta tutta l’altezza, come abbiamo visto per l’armadio o come potrebbe essere per i pensili della cucina. Ad esempio avere il televisore appeso al muro contribuisce a salvare spazio in basso, ma anche a dare quel senso di verticalità di cui parlavamo.

Discorso similare si può fare con l’illuminazione che contribuisce notevolmente a fare verticalità e ampiezza alla casa, se utilizzata con il giusto criterio. Sono piccole accortezze, ma messe tutte insieme renderanno il vostro bilocale funzionale e ampio.