Pregi e difetti dei pavimenti in bamboo

Negli ultimi anni il mondo dei pavimenti in legno è stato scosso dall’arrivo di un nuovo materiale. In pochi anni i pavimenti in bamboo sono esplosi come nuova tendenza nel mondo dei parquet in legno, rappresentando attualmente la quasi totalità dei pavimenti installati negli Stati Uniti.

Un materiale dagli innumerevoli pregi ma con, per contro, anche qualche difetto che è bene conoscere qualora si volesse pensare ad una nuova installazione.

Il bamboo è prima di tutto un materiale molto economico. Questo perchè ve n’è in abbondanza. La pianta del bamboo è infatti una graminacea infestante con un ciclo di crescita rapidissimo. Basti pensare che la pianta del bamboo ha un ciclo di vita completo che si conclude tra i 5 ed i 7 anni. Questa sovrabbondaza pertanto ne determina i costi contenuti.

Il bamboo è un materiale estremamente naturale e prediletto per quanto riguarda le realizzazioni in bioedilizia e dell’arredamento sostenibile.

parquetIl bamboo è un materiale esteticamente molto bello adatto soprattutto agli ambienti dal gusto moderno e contemporaneo. Può essere lavorato e tinto in base ad una grande varietà di colorazioni in modo da adattarsi al resto dell’arredamento che lo circonda.

Il bamboo è un materiale estremamente resistente e durevole capace di mantenere le sue qualità per molti anni. La sua resistenza può far equiparare il bamboo alla più pregiata quercia americana rossa.

Per quanto riguarda gli svantaggi c’è da dire che nonostante si tratti di un materiale altamente rinnovabile ed ecologico, grazie al suo rapido ciclo di vita, non sempre i modi in cui viene lavorato si rivelano green e rispettosi dell’ambiente soprattutto quando questo materiale proviene dalla Cina. Da qui l’esigenza di rivolgersi sempre a professionisti della posa pavimenti in grado di fornire una certificazione professionale dei materiali utilizzati. In particolare c’è da temere l’utilizzo della formaldeide per il trattamento del legname ed inolte è opportuno verificare che il legno non sia stato ricavato da attività di disboscamento pericolose per l’ecosistema.

Nonostante l’ottima resistenza il bamboo non è al riparo da eventuali deterioramenti.
Per esempio il bamboo si graffia facilmente e ciò rende questo materiale non adatto ad un’installazione in ambienti con un elevato calpestio. Allo stesso modo il bamboo può essere danneggiato e macchiato dall’azione di acqua ed umidità e pertanto sconsigliato per la posa in un bagno.